Search

IL REDDITO DI CITTADINANZA PUO' ESSERE PIGNORATO E DATO AI FIGLI COME MANTENIMENTO


Sin da quando e' stato introdotto il reddito di cittadinanza nel nostro ordinamento ci si e' chiesti se fosse una somma pignorabile e in quali limiti.

In un precedente articolo avevamo riportato la corrente maggioritaria giurisprudenziale, che riteneva correttamente la pignorabilita' senza limiti del reddito.

Ed infatti, differentemente da quanto accade per la NASPI e le pensioni, che sono considerati forme assistenziali e sussidi, non opera per il reddito di cittadinanza il limite di impignorabilita' dell'assegno sociale.

Il reddito di cittadinanza e' infatti considerato privo di ogni forma assistenzialistica che giustifica una somma garantita come impignorabile.

Nei giorni scorsi, tuttavia, abbiamo registrato un'altra importante pronuncia in tal senso.

Il Tribunale di Trani e' stato infatti chiamato a pronunciarsi sul caso di un padre che non corrispondeva l'assegno di mantenimento per i figli e percepiva il reddito di cittadinanza.

L'ex moglie agiva dunque in giudizio per chiedere che l'INPS corrispondesse direttamente a lei la somma dovuta a titolo di mantenimento, decurtandola dall'importo corrisposto a titolo di reddito di cittadinanza.

Cio' in considerazione del fatto che il nostro ordinamento prevede la possibilita', qualora il soggetto obbligato si sottragga ripetutamente ai propri obblighi e quando sussistano gravi motivi, di chiedere direttamente al datore di lavoro e / o all'ente di corrispondente le somme dovute a titolo di mantenimento al beneficiario.

Il Tribunale di Andria si e' pronunciato favorevolmente, ribadendo che il RDC non rientra tra i beni impignorabili e tenendo inoltre in considerazione il fatto che può essere utilizzato per «i bisogni primari delle persone delle quali il titolare ha l’obbligo di prendersi cura, anche se non fa più parte dello stesso nucleo famigliare».

Infatti, il Giudice nel suo provvedimento si dilunga in un'analisi approfondita e interessante della natura del reddito di cittadianza e della sua pignorabilita', che sicuramente non potra' che essere accettata da altri Tribunali.

33 views0 comments