Search

L'IMPORTANZA DEI NONNI: SENTENZE




L'importanza della figura dei nonni nello sviluppo del minore è innegabile.

La Cassazione stessa, a più riprese, si è espressa, recependo anche quelli che sono gli ordinamenti comunitari e internazionali, riguardo il riconoscimento della figura dei nonni all'interno della famiglia e ribadendo che questa può essere limitata solo ed esclusivamente nell'interesse del minore.

Vediamo dunque alcune di queste pronunce.

Nel 2014, con la sentenza 5097, la Cassazione ha cementificato l'importanza della figura degli ascendenti arrivando a statuire la decadenza dalla potestà genitoriale per quei genitori che pongono in essere condotte ostative alla frequentazione dei nonni (coerentemente, peraltro, con il disposto dell'art. 330 c.c.).

PIù recentemente, nel 2018 (19780/2018) la Cassazione ha riconosciuto un diritto al mantenimento dei rapporti non soltanto ai nonni, ma anche a quelle figure che li accompagnino.

Basti pensare all'ipotesi in cui uno degli ascendenti abbia un compagno o compagna che non sono i nonni biologici: eppure, con questi il minore ha instaurato un rapporto di pari importanza.

Il buon senso deve andare aldilà del legame di sangue e riconoscere l'importanza di dette figure nello sviluppo del minore.

Infine, più recentemente (Cass. ordinanza n. 16410/2020) è stata ribadita la necessità di ascoltare il minore nei procedimenti che lo riguardano, in quanto in questi è parte sostanziale.

Il mancato ascolto viola il diritto al contraddittorio e all'ascolto, se questo viene escluso senza una motivazione valida sulla sua capacità di discernimento.

Nel caso specifico, una coppia di nonni aveva ricorso al Tribunale per far valere il proprio diritto alla frequentazione della nipotina: le domande erano state tuttavie respinte e la piccola non era stata ascoltata poichè minore di anni 12.

La Cassazione ha tuttavia deciso in senso diametralmente opposto, riconoscendo l'importanza di ascolto del minore in procedimenti che lo riguardano

14 views0 comments