Search

LA FIGURA DELL'EDUCATORE NEGLI INCONTRI PROTETTI


Qualche giorno fa abbiamo parlato della nozione di incontri protetti nel nostro ordinamenti.

Nel corso dell'intervento, si è nominata la figura dell'educatore.

Oggi approfondiremo il ruolo e le competenze di questa figura all'interno dei procedimenti in cui sono previsti incontri protetti e monitoraggi.

L'educatore è la figura professionale che, materialmente, è presente agli incontri: il suo ruolo è quello di controllo e relazione, ma non ha alcun potere operativo.

Egli, infatti, ha il mero compito di assistere alle visite e non ha, dunque, alcun potere di modificare termini e modi degli incontri.

Non può in alcun modo farsi portavoce delle richieste dei genitori, nel senso che non può riportarle al Servizio, ma può indirizzare il genitore verso l'organo più competente.

Rispetto al minore, l'educatore deve essere una figura di fiducia: è pertanto opportuno che questi venga presentato prima degli incontri protetti e venga fatta un'introduzione graduale della nuova figura nella vita del bambino: infatti, benchè l'educatore non abbia poteri decisionali sul nucleo monitorato, è innegabile l'importanza della sua figura agli occhi del minore.

Periodicamente, inoltre, l'educatore potrà redigere relazioni sull'andamento degli incontri, che confluiranno nel fascicolo e saranno posti a base delle relazioni compilate dal Servizio.

21 views0 comments