Search

OVERBOOKING: COME TUTELARSI DA CANCELLAZIONI E RITARDI DEI VOLI

Si definisce "overbooking" la situazione in cui una compagnia aerea accetti più prenotazioni rispetto ai posti disponibili.

Accadrà pertanto che parte di coloro che si presenteranno, non potranno essere imbarcati.

In Italia, è stata redatta dall'ENAC la Carta dei Servizi del Passeggero, un testo unico che riprende le normative nazionale e comunitaria in tema di disservizi nei trasporti.

Nel caso specifico dell'overbooking il passeggero che trovi il proprio volo cancellato o in ritardo, o non possa accedervi per esaurimento dei posti disponibili, ha diritto al rimborso del biglietto, alla ricerca di mezzi alternativi e , nel caso il ritardo superi le 5 ore,a pasti, bevande ed eventuale pernottamento a carico della compagnia aerea.

Diverso è invece il caso della cd. "compensazione", stabilita dal Regolamento CE 295 del 1991 ossia l'ipotesi di una somma che spetti in caso di volo cancellato o con un ritardo maggiore alle 3 ore, purchè non dipendenti da cause straordinarie.

In base a questo meccanismo, il passeggero potrà, a sua scelta, ottenere il rimborso senza penali del prezzo del biglietto per la parte del viaggio non effettuata, oppure un volo alternativo quanto prima possibile fino alla destinazione finale, o un volo alternativo ad una data successiva che gli convenga. Indipendentemente dalla scelta effettuata, avrà comunque diritto al pagamento immediato da parte del vettore aereo di una compensazione pecuniaria minima pari a 300 Euro (il Regolamento reca testualmente la dicitura ECU) per i voli oltre i 3.500 Km., considerata la destinazione finale indicata nel biglietto. Tale indennità forfettaria può essere ridotta del 50% qualora il passeggero abbia scelto un volo alternativo sino alla destinazione finale la cui ora d’arrivo non ecceda quella programmata per il volo inizialmente riservato, di 4 ore per collegamenti oltre i 3.500 Km.

Dunque, il rimborso forfettario che il passeggero potrà ottenere varierà in considerazione della distanza di percorrenza e del tempo intercorso tra la mancata partenza del volo e l'effettivo imbarco.

Per ottenere questo tipo di risarcimento, occorre aver acquistato un biglietto di un volo di linea da o per un Paese dell'Unione Europea, essere in possesso del biglietto confermante la prenotazione ed essersi presentati all'accettazione entro il tempo limite fissato.

2 views0 comments