Search

POSSO OPPORMI ALLA VACANZA DI MIO FIGLIO CON L'ALTRO GENITORE?


Con l'arrivo della bella stagione possono sorgere diversi problemi legati alla gestione di figli di coppie separate.

Un problema, non necessariamente esclusivamente estivo, riguarda infatti le vacanze del minore con ciascun genitore.

Quasi ogni provvedimento di affidamento dei figli minori, infatti, prevede che gli stessi trascorrano, durante il periodo estivo, circa 15 giorni, anche non consecutivi, presso ciascun genitore.

Ma cosa accade quando, nel periodo in cui si trova con un genitore, questi voglia portarlo in vacanza?

La scelta della meta deve essere condivisa? Esiste un potere di opposizione da parte dei genitori?

Salvo la presenza di particolari questioni di sicurezza, non è possibile porre il proprio veto alle giornate che il proprio figlio trascorre con l'altro genitore.

Questo, infatti, vale per ogni periodo dell'anno così come durante il periodo di ferie.

Dunque,il genitore che intende partire per una vacanza portando il figlio minore non deve chiedere il consenso dell'altro genitore sulla scelta dei luoghi o del mezzo di trasporto.

Questi, dunque, potrà opporsi solo qualora sia messa in pericolo la sicurezza del minore.

Diversamente, senza che sussista un valido e grave motivo, non ha alcun potere di oposizione.

Ciò in ossequio del principio dell'affido condiviso.

Tuttavia, come già detto in precedenza, è buona norma informare l'altro genitore del luogo di vacanza e dove il minore soggiornerà, mettendo così in pratica il principio di collaborazione che deve permeare il rapporto tra i genitori.

Qualora si incontrino delle difficoltà, anche per queste decisioni è possibile rivolgersi al Giudice Tutelare affinchè decida nell'interesse del minore.

29 views0 comments