Search

PRESENTARSI SINGLE SUI SOCIAL GIUSTIFICA L'ADDEBITO DELLA SEPARAZIONE


Torniamo a parlare di addebito della separazione e utilizzo dei social network e internet.

Recentemente, il Tribunale di Palmi ha emesso una sentenza (2 gennaio 2021) interessante proprio sul punto.

La ricorrente fondava la propria domanda di addebito su varie condotte del marito, giudicate lesive dei doveri coniugali: l'uso eccessivo dello smartphone e dei social network, sui quali peraltro si presentava come single.

Il Tribunale, argomentando la propria decisione, riprende la giurisprudenza maggioritaria, secondo cui ai fini dell'integrazione della violaizone del dovere di fedeltà non rilevino le sole condotte extraconiugali ma, anzi, ogni condotta che indirizzata alla violazione di detto precetto che concretizzi una violazione dell'onore del coniuge.

Di fatto, dunque, la nozione di fedeltà coniugale è stata avvicinata a quella di lealtà.

Il Tribunale ha fatto propria questa nuova interpretazione ritenendo che tacere il proprio status coniugale, ancorchè non avendo prova di una vera e propria relazione adulterina, possa ben violare il principio di fedeltà e lealtà e, dunque, giustificare l'addebito della separazione.

6 views0 comments