Search

SPIARE IL CONIUGE PUO' ESSERE REATO


Se consideriamo il tradimento come lo sport più antico del mondo allora non possiamo che affermare che i mezzi offerti dal mondo del 2018 ne facilitino sicuramente l'agonismo.

Social network e siti di incontri offrono infatti terreno fertile per i partner fedifraghi, creando una sorta di mondo parallelo.

Come una moderna legge del Taglione, però, sono stati anche facilitati i mezzi a disposizione del tradito che, anzichè dedicarsi ad appostamenti e pedinamenti, può ora limitarsi a controllare la cronologia o approfittare di un account o di uno smartphone incustoditi.

Tuttavia, ironia della sorte, l'attività di spionaggio del tradito può avere anche risvolti penali.

La giurisprudenza ci ha infatti fornito un ampio novero di sentenze, ravvisando in relazione a dette condotte i più svariati reati.

Integra, ad esempio, l'ipotesi delittuosa di accesso abusivo ad un sistema informatico l'aver consultato una chat altrui, sia nel caso in cui sia stata lasciata attiva dal proprietario e sia nel caso in cui ne sia stato forzato l'accesso.

Similarmente, è punibile ai sensi dell'art. 616 c.p. (sottrazione e sopressione di corrispondenza) colui che consulta, indebitamente, la casella mail altrui.

Attenzione anche a creare un falso profilo per tendere un tranello al partner: si rischia la denuncia per sostituzione di persona.

Dunque, la condotta tenuta in buon afede, per scoprire un eventuale tradimento, rischia di rivoltarsi contro al povero tradito.

Come si dice: cornuti e mazziati!

26 views0 comments