Search

SUSSISTE IL REATO DI MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA ANCHE IN CASO DI RELAZIONE EXTRA CONIUGALE


Affinchè sussista il reato di maltrattamenti in famiglia è obbligatorio che vi sia matrimonio?

La giurisprudenza ha da tempo chiarito che il coniugio non è un elemento fondamentale per la concretizzazione del reato di cui all'art.572 c.p., essendo ben realizzabile anche in caso di relazione stabile a prescindere, addirittura, dalla convivenza.

In questa cornice si inserisce la sentenza n. 4434 del 04.02.2021, in cui la Suprema Corte si è trovata a pronunciarsi in merito al caso di maltrattamenti perpetrati a danno dell'amante, mentre l'artefice continuava a convivere con la moglie.

La Corte ha infatti ritenuto che l'esistenza di una relazione stabile, culminata anche nella nascita di un figlio, nonostante l'imputato continuasse anche a vivere con la moglie, in una situazione di contemporaneo mantenimento di due famiglie, quella fondata sul matrimonio e quella naturale, anche con periodi di convivenza, anche se interrotta per brevi periodi, e con lo svolgimento di quelle attività comuni e tipiche di una relazione stabile e familiare, integra il reato di maltrattamenti previsto dall’art. 572, c.p., atteso che, ove risultino momenti di normale e protratta convivenza, il mantenimento da parte dell'uomo e l'esistenza della relazione affettiva, sono elementi tali da generare un rapporto stabile di affidamento e solidarietà.


6 views0 comments