Search

VACCINI: COSA SUCCEDE SE I GENITORI SONO IN DISACCORDO TRA LORO?


L'introduzione dell'obbligo vaccinale ha agitato - e non poco - la popolazione fino a non molto tempo fa.

In realta', nonostante l'introduzione da parte del D.L. 73/2017 dell'obbligatorieta' di alcune vaccinazioni, sono ancora molti i genitori ad essere reticenti sul punto.

Questa agitazione ha ovviamente coinvolto anche i Tribunale, che sono stati aditi per ottenere una esenzione dell'obbligo, raramente concessa.

Ma l'apparato giudiziario e' stato chiamato anche per dirimere i contrasti insorti tra gli stessi genitori, di opinioni diversi riguardo l'obbligo vaccinale.

Tra le pronunce piu' importanti, sicuramente ricordiamo l'ordinanza del Tribunale di Milano, IX Sez Civ. resa il 09.01.2018.

Il disaccordo dei genitori, ancorpiu' se separati legalmente, rappresenta un problema non da poco.

Essi infatti dovrebbero portare avanti un progetto educativo condiviso, che ovviamente non viene certo meno in caso di scioglimento dell'unione.

La propria posizione negativa sull'obbligo vaccinale, a discapito di quella dell'altro genitore, ovviamente rappresenta un punto di rottura del progetto educativo condiviso che difficilmente potra' essere superata da una mediazione.

Dunque. l'ipotesi rientra tra quelle previste dal nostro ordinamento di soluzione giudiziale: va infatti fatto ricorso al Giudice ogni volta in cui i genitori non riescano a raggiungere un accordo su decisioni riguardanti l'educazione dei figli minori e la situazione di stallo possa recare un pregiudizio.

Il Tribunale di Milano - ma, in realta', praticamente tutta la giurisprudenza successiva - ha interpretato in maniera rigorosa il D.L. 73/2017, evidenziando come lo stesso preveda un obbligo che non lascia spazio alcuno alla discrezionalita' dei genitori.

Il minore andra' dunque sottoposto alle vaccinazioni obbligatorie, non certo per accogliere il progetto del genitore favorevole, quanto piu' per adempiere ad un obbligo di legge.

Quanto, invece, alle vaccinazioni facoltative, il Tribunale ha dato parere negativo: in mancanza di parere concorde dei genitori, deve prevalere la tesi negativa, a meno che la vaccinazione non si renda necessaria per particolari motivi di salute.

42 views0 comments